Recupero della torre piezometrica

Chioggia [VE]
Fase di progetto: 2015 | Committente: Associazione CPlus 

L’edificio/serbatoio della rete idrica risale agli anni trenta del secolo scorso fu un’opera di ingegneria che ha segnato il profilo altimetrico della città, divenendo fin da subito un’icona, riconoscibile e ben visibile, simbolo del progresso. La prima aspettativa è quella di interrompere l’inesorabile degrado strutturale della torre ed attraverso le potenzialità spaziali dell’edificio, per ottimizzare gli ambienti rendendoli disponibili ad altre funzioni per trasformare questa torre in un centro culturale per il rilancio del quartiere. Il progetto prevede che la struttura rimanga visibile nel suo sviluppo, il serbatoio in sommità rimane l’elemento caratterizzante in grado di svolgere la sua funzione senza compromettere le scelte ipotizzate dal progetto. Al piano terra, altri due ambienti esistenti vengono ristrutturati e messi a disposizione per funzioni pubbliche e commerciali, mentre all’ultimo piano, si colloca un “caffè” panoramico un punto di osservazione privilegiato e baricentrico rispetto alla laguna e al centro storico.